E' oramai nella cultura comune che i troppi dolci fanno male, le bevande gasate sarebbero da evitare, che bisogna spazzolarsi i denti dopo ogni pasto.

Ma cosa c'è dietro alle abitudini alimentari che crediamo corrette? 

In questa sezione, con continui aggiornamenti, potrete trovare qualche spunto interessante sull'alimentazione e sui ragazzi.


trova gli intrusi

Vi capita mai di sentire a pochi minuti dall'ora di andare a letto, la fatidica richiesta :

"Ho fame, mi dai qualcosa da mangiare?" 

Quasi di routine...

Come comportarsi in questi casi? Su cosa si può cedere?

Nella risposta si trova l'inganno.

Dopo il pasto principale della cena, che dovrebbe essere anche il più leggero della giornata, non ci dovrebbero essere altri spuntini. Lo stomaco si deve preparare al riposo e lo deve fare leggero.

Ma se proprio proprio non si riesce a trovar ragioni si può optare per qualche noce o mandorla al naturale e una bella tisana calda, senza zucchero ovviamente!


il dilemma del "dolci sì, dolci no"

Ma mio figlio non mangia dolci, allora perché ha così tante carie?

Sempre più di frequente le abitudini alimentari si sono spostate dal dolce al salato. Ma la brutta notizia è che questo non cambia nulla in termini di rischio-carie. L'assunzione frequente di carboidrati sotto forma di pane, cracker, merende salate in genere, determina la creazione di un pH molto acido nel cavo orale. Lo smalto dei denti in questi casi diventa più debole e poroso e meno resistente all'attacco dei batteri della carie. 

Quindi dolce o salato poco importa se i nostri piccoli fanno frequenti spuntini fuori pasto.

Ovviamente vale la regola del VIA LIBERA a frutta e verdura fresca!


lo sapevate che...?

L'assunzione di cicche durante il giorno è diventata abitudine frequente anche tra i più giovani. 

Soprattuto da quando è arrivato lo Xilitolo, lo zucchero "amico dei denti".

Gli sponsor non dicono però che per avere un effetto realmente pulente queste piccole cicche bianche andrebbero masticate per almeno 20 minuti dopo i pasti principali. Questo crea un fenomeno chiamato autodetersione che simula in maniera molto blanda l'effetto dello spazzolino.

Ma cosa succede invece quando assumiamo cicche durante il giorno?

L'atto di masticare cicche fa sì che allo stomaco arrivi l'input che sta arrivando del cibo da digerire e lui comincia a produrre succhi gastrici. Solo che questo cibo non arriverà mai. Conseguenza? Se assunti lontano dai pasti e a stomaco vuoto, i chewing gum possono dare acidità gastrica e peggiorare il pH del cavo orale favorendo l'erosione dello smalto dei denti, sia permanenti che da latte.