sos denti

Alcuni suggerimenti pronti all'uso per le più frequenti emergenze odontoiatriche a cui i vostri ragazzi possono andare incontro.

Cosa devo fare in caso di trauma che coinvolga il volto e la bocca?

Prima di tutti rimanere calmi. Le ferite al volto e alla bocca sono molto comuni sia nei bambini sia negli adulti. La prima cosa da controllare è che il bambino sia cosciente: se sono stati persi i sensi, contattare subito il medico o il primo soccorso e preoccuparsi del dente solo quando la situazione si sarà stabilizzata. Se il dente si è fratturato cercare con una garzina o un fazzoletto eventuali frammenti e riporli in un bicchiere contenente un pò di saliva, soluzione fisiologica o latte. Se ci sono denti mancanti, cercarli e valutare se reinserirli. Contattare subito il dentista.

Cosa devo fare se il bambino ha perso un dente da latte?

Prima cosa: contattare il dentista di fiducia! I denti da latte usciti completamente non possono essere reimpiantati ma è bene controllare che tutto sia a posto e che il dente permanente ancora sotto gengiva non abbia subito danni. Fate sciacquare bene la bocca al bambino e se necessario esercitate una leggera compressione con una garzina in caso di sanguinamento. 


Cosa devo fare se il bambino ha perso un dente permanente per un trauma?

In questi casi il fattore tempo è fondamentale: se il dente viene correttamente mantenuto idratato in latte, soluzione fisiologica o saliva, può essere reimpiantato. Più tempo passa minore è la possibilità di attacco. E' fondamentale toccare il dente il meno possibile e non spazzolarlo!

Cosa devo fare nel caso in cui il dente subisse un trauma che causa intrusione, estrusione o uno spostamento laterale del dente stesso?

Come già detto, per prima cosa occorre assicurarsi che il bambino sia cosciente e respiri bene, e contattare immediatamente il vostro odontoiatra pediatrico di riferimento. L’eventualità più frequente nei bambini a seguito di un evento traumatico è la lussazione del dente poiché l’osso attorno al loro dente è ancora molto soffice e malleabile. Quando ciò avviene spesso la gengiva attorno sanguina abbondantemente. A seguito di una caduta, è frequente che il dente del bambino subisca un processo di intrusione a livello palatale. Questo evento, nel caso in cui avvenisse su un dente da latte, potrebbe causare danni allo sviluppo del dente permanente. Se l’intrusione è inferiore ai 3 mm la prognosi del dentino è ottima e non dovrebbero esserci problemi a carico del permanente. Se il dente intruso non dovesse rimettersi in posizione corretta nel giro di 2 mesi è consigliabile l’estrazione da parte dell’odontoiatra.

Se il dentino danneggiato va ad ostacolare l’eruzione del dente permanente, andrà rimosso. 

In questi casi per almeno 2 settimane la dieta dovrà essere morbida e fresca e si dovranno evitare le attività, sportive o di gioco, rischiose.

Cosa devo fare in caso di frattura o scheggiatura del dente del mio bambino?

Tra i 7 e i 10 anni queste fratture sono molto frequenti e spesso associate a traumi e ferite del volto. Chi assiste all'evento deve se possibile cercare i frammenti spezzati perché possono essere riattaccati al dente naturale. La bocca del bambino deve essere sciacquata, le ferite esterne disinfettate e se necessario applicato In questi casi chiamate subito il dentista di fiducia. Ricordate di conservare i frammenti in saliva, latte o soluzione fisiologica! 


Cosa causa il mal di denti e cosa posso fare per ridurre il dolore?

Il male nei denti da latte insorge quando i batteri della carie hanno creano una lesione di dimensioni tale da entrare in contatto con il nervo del dente, la sua parte vitale. Nella maggior parte dei casi il "buco" che si forma permette al cibo di incastrarsi durante i pasti aggravando così il dolore al dente. Questi batteri vivono sulla superficie dei denti e diventano aggressivi e dannosi quando ricevono zuccheri sotto forma di dolci gommosi e appiccicosi ma anche carboidrati industriali, come crackers e schiacciatine, se assunti fuori pasto. Un'altra eventualità che può portare ad un danno al nervo è il trauma che può avvenire durante lo sport o con giochi pericolosi.

In caso di dolore occorre fornire al piccolo un rimedio farmacologico, un antidolorifico prescritto in base al peso dal pediatra o dal dentista di fiducia. La visita in urgenza servirà a definire la causa del dolore e il suo trattamento.